Radioallergosorbent test: esame del sangue…

Radioallergosorbent test
Radioallergosorbent test

Un test radioallergosorbente ( RAST ) è un esame del sangue che utilizza il test radioimmunologico per rilevare anticorpi IgE specifici , per determinare le sostanze a cui il soggetto è allergico . Questo è diverso da un test di allergia cutanea , che determina l’allergia dalla reazione della pelle di una persona a diverse sostanze.

Perché ci sono altri test che aiutano a confermare, i risultati sono meglio interpretati da un medico.

Contenuto della pagina

Usi medici 


I due metodi più comunemente usati per confermare la sensibilizzazione agli allergeni sono test cutanei e analisi del sangue allergico. Entrambi i metodi sono raccomandati dalle linee guida NIH e hanno un valore diagnostico simile in termini di sensibilità e specificità.

Vantaggi del range di analisi del sangue di allergia da: ottima riproducibilità nell’intero intervallo di misurazione della curva di calibrazione, ha una specificità molto elevata in quanto si lega alle IgE specifiche per allergeni ed estremamente sensibile, se confrontato con il test della puntura della pelle. In generale, questo metodo di analisi del sangue (in vitro, fuori dal corpo) rispetto al test della puntura della pelle (in vivo, nel corpo) ha un grande vantaggio: non è sempre necessario rimuovere il paziente da un regime di farmaci antistaminici, e se le condizioni della pelle (come l’ eczema ) sono così diffuse che il test cutaneo allergico non può essere fatto. Gli esami del sangue allergici, come ImmunoCAP, vengono eseguiti senza variazioni di procedura e i risultati sono di eccellente standardizzazione.

Adulti e bambini di qualsiasi età possono sottoporsi a un’analisi del sangue allergico. Per i neonati e i bambini molto piccoli, un singolo ago per l’analisi del sangue allergico è spesso più delicato rispetto a diversi test cutanei. Tuttavia, le tecniche di test cutaneo sono migliorate. La maggior parte dei test cutanei non coinvolge aghi e in genere i risultati dei test cutanei riducono il disagio del paziente.

Esistono inconvenienti alle tecniche RAST e ImmunoCAP. Rispetto ai test cutanei, ImmunoCAP e altre tecniche RAST richiedono più tempo per eseguire e sono meno efficaci in termini di costi. Diversi studi hanno anche riscontrato che questi test sono meno sensibili dei test cutanei per l’individuazione di allergie clinicamente rilevanti. Si possono ottenere risultati falsi positivi a causa della cross-reattività di proteine ​​omologhe o di determinanti di carboidrati reattivi incrociati (CCD).

Nelle linee guida alimentari NIH pubblicate nel dicembre 2010 è stato affermato che “I valori predittivi associati all’evidenza clinica di allergia per ImmunoCAP non possono essere applicati ad altri metodi di test.”  Con oltre 4000 articoli scientifici che utilizzano ImmunoCAP e mostrando il suo valore clinico, ImmunoCAP è percepito come “Gold standard” per il test IgE in vitro.

Metodo 


Il RAST è un test radioimmunologico per rilevare specifici anticorpi IgE contro allergeni sospetti o noti allo scopo di guidare una diagnosi sull’allergia. IgE è l’ anticorpoassociato alla risposta allergica di Tipo I : per esempio, se una persona mostra un alto livello di IgE diretto contro il polline , il test può indicare che la persona è allergica alle proteine ​​del polline (o del polline) . Una persona che ha superato l’allergia può ancora avere un IgE positivo dopo l’esposizione.

Il sospetto allergene è legato a un materiale insolubile e viene aggiunto il siero del paziente. Se il siero contiene anticorpi per l’allergene, tali anticorpi si legheranno all’allergene. L’anticorpo IgE antiumano radiomarcato viene aggiunto dove si lega a quegli anticorpi IgE già legati al materiale insolubile. Gli anticorpi anti-IgE anti-umani non legati vengono lavati via. La quantità di radioattività è proporzionale alle IgE sieriche per l’allergene. 

I RAST vengono spesso usati per testare le allergie quando:

  • un medico sconsiglia la sospensione di farmaci che possono interferire con i risultati del test o causare complicanze mediche ;
  • un paziente soffre di gravi condizioni della pelle come eczema diffuso o
  • un paziente ha un livello di sensibilità così elevato ai sospetti allergeni che qualsiasi somministrazione di tali allergeni potrebbe provocare effetti collaterali potenzialmente gravi.

Scala 


Il RAST viene valutato su una scala da 0 a 6:

Valutazione RAST Livello di IgE (kU / L) commento
0 <00:35 IgE SPECIFICHE ALLERGENI ASSORBITE O INDESTEBILI
1 0.35 – 0.69 BASSO LIVELLO DI IgE SPECIFICHE ALLERGENI
2 0.70 – 3.49 LIVELLO MODERATO DI IgE SPECIFICHE ALLERGENI
3 3.50 – 17.49 ALTO LIVELLO DI IgE SPECIFICHE ALLERGENI
4 17.50 – 49.99 LIVELLO MOLTO ALTO DI IgE SPECIFICHE ALLERGENI
5 50.00 – 100.00 LIVELLO ULTRA ALTO DI IgE SPECIFICHE ALLERGENI
6 > 100.00 LIVELLO ESTREMAMENTE ALTO DI IgE SPECIFICHE ALLERGENI

Storia


La metodologia RAST leader del mercato è stata inventata e commercializzata nel 1974 da Pharmacia Diagnostics AB , Uppsala, Svezia, e l’acronimo RAST è in realtà un marchio. Nel 1989, Pharmacia Diagnostics AB lo sostituì con un test superiore denominato ImmunoCAP IgE specifico per il test del sangue, che la letteratura potrebbe anche descrivere come: CAP RAST, CAP FEIA ( fluorenzymeimmunoassay) e Pharmacia CAP. Una revisione dei programmi di valutazione della qualità applicabili mostra che questo nuovo test ha sostituito il RAST originale in circa l’80% dei laboratori clinici commerciali del mondo, dove vengono eseguiti test specifici sulle IgE. La versione più recente, ImmunoCAP Specific IgE 0-100, è l’unico saggio IgE specifico a ricevere l’approvazione della FDA per riportare quantitativamente al suo limite di rilevamento di 0.1kU / L. Questa autorizzazione si basa sui limiti di rilevamento e limiti di quantificazione CLSI / NCCLS-17A, linea guida dell’ottobre 2004.

Le linee guida per la diagnosi e la gestione delle allergie alimentari del National Institute of Health affermano che:

Nel 2010 l’ Istituto nazionale statunitense per le allergie e le malattie infettive ha raccomandato che le misurazioni RAST di immunoglobuline E specifiche per la diagnosi di allergia fossero abbandonate a favore di test con saggi marcati con enzima fluorescente più sensibili.


I contenuti in questa pagina hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: