Insufficienza venosa cronica: una condizione…

Insufficienza venosa cronica
Insufficienza venosa cronica

Insufficienza venosa cronica ( CVI ) è una condizione medica in cui il sangue si accumula nelle vene , tendendo le pareti della vena. La causa più comune di CVI è il reflusso venoso superficiale che è una condizione curabile. Poiché le valvole venose funzionali sono necessarie per fornire un efficace ritorno del sangue dagli arti inferiori, questa condizione colpisce in genere le gambe. Se la funzione della vena alterata provoca sintomi significativi, come gonfiore e formazione di ulcera, si parla di malattia venosa cronica . A volte viene chiamata insufficienza venosa periferica cronica e non deve essere confusa con la sindrome post-tromboticain cui le vene profonde sono state danneggiate dalla precedente trombosi venosa profonda .

La maggior parte dei casi di CVI può essere migliorata con trattamenti al sistema venoso superficiale o stenting del sistema profondo. Ad esempio, le vene varicose possono essere trattate con anestesia locale endovenosa.

I tassi di CVI sono più alti nelle donne che negli uomini. La condizione è nota fin dai tempi antichi e Ippocrate usava il bendaggio per curarlo.


I contenuti in questa pagina hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: